mercoledì 5 novembre 2008

BMW "Fai da te"

Ad EICMA 2008 BMW, Marchio ormai capace di presentarsi con una immagine giovane ed innovativa, lontana anni luce da quella "goffa viaggiatrice e sedentaria", presenta una idea assolutamente fuori da ogni schema ma assolutamente figlia dei tempi moderni e della voglia di farsi la moto su misura: "BMW Lo Rider"!
Si esattamente così, “Lo” senza una w o altre lettere. Due parole il cui suono può essere letto in tanti modi e dietro i quali si nasconde un concetto tutto nuovo: per una moto che sembra quello che in realtà non è, perchè se sulle prime la definiremmo una Roadster - o naked - dal look muscoloso e retrò, la Lo Rider è in realtà secondo BMW un nuovo concetto di “Custom”.

Non associate però questa parola all'H-D. Non c'entra nulla. Qui si riferisce alla customizzazione, al farsi la moto ad "immagine e somiglianza" del pilota! Quello che avviene si con Harley, ma anche come altre marche come ad esempio Triumph e Moto Guzzi, ed applicata anche ad altre tipologie di moto, come ad esempio le super sportive o...gli scooter.

Però in questo caso BMW fa di più: ti propone la base di un buon motore ed una ciclistica rigorosa. Il resto lo decidete voi! Mi direte...sai che novità...il Monster è uscito nel 1993 e non ce n'è più uno in strada originale....è vero, ma la Casa proponeva solo alcune particolari per la modifica, non "mezza moto"!!!
Brava BMW.

5 commenti:

sl4sh ha detto...

mi spiace... ma non ci siamo..

vuoi il lo fi? vuoi la moto fatta in casa? guarda il servizio su riders sulla moto che si è costruito Bergamaschi... ecco, quello è stile, ispirazione, fregarsene degli schemi e un po' del sistema (in Italia ha poco di legale ma alla fine nessuno ti dirà niente...)
Oppure ancora, tutta la produzione di Wrenchmonkees

kappa ha detto...

L'ho letto articolo che citi, bellissimo. Bellissimo perché parla di un uomo che in due anni s'inventa una moto e parte con lei per un viaggetto. E con lo scorrere dei km si accorge che c'è ancora qualcosa che non va. Ma se ne frega perchè è la Sua...ci ha messo due anni per farsela e non sarà certo un problema passare altri mesi in garage per rimetterla in ordine.

Però c'entra poco col "fai da te" del blog; almeno secondo il mio parere. Qui volevo evidenziare l'apertura mentale di una Casa da anni "immobile" come BMW. E non mi sembra una cosa da poco, no?

sl4sh ha detto...

da un lato sì... però stiamo comunque parlando di una "industrializzazione" della modifica, della personalizzazione e quindi perde tutto il senso...

sai che bello... tutti con le loro motorette ugualmente "diverse" (..o diversamente eguali.. :D )

Chiccosuperstar ha detto...

Io non ho letto l'articolo ma, dopo un iniziale e piacevole sorpresa per questa proposta BMW, sono daccosdo con sl4sh..alla fine saremmo tutti differentemente uguali..

Otto Nero ha detto...

In un momento di crisi di soldi e design ( meno la solita Aprilia...)dove tutti tendono ad appiattirsi , la scelta della BMW la ritengo possa essere piuttosto valida.
Non tutti i clienti BMW aspirano a sporcarsi le mani e passare le nottate in garage.
Certo non sarà cmq il massimo dell'originalità , e della soddisfazione "faidate" , ma è certo che essere oggi assolutamente originali con i mezzi di scambio informazioni a disposizione di tutti non è altrettanto facile.
Poi cmq spunteranno i soliti accessori BMW da acquistarsi in gioielleria e i preparatori artigiani avranno una base pi+ pronta ad altre modifiche.